Le realizzazioni della Fondazione Candia

Una mano tesa alla speranza

§ Elenco delle Opere §

Lo scenario in cui opera la Fondazione CandiaLa Fondazione realizza e sostiene opere a favore dei più poveri in Brasile, con lo spirito e nello stile di Marcello Candia: dare supporto non soltanto finanziario ma anche con una vicinanza amichevole, discreta, rispettosa della libertà d’iniziativa locale. La Fondazione finanzia quelle iniziative con garanzia di continuità, proposte e condotte da una presenza stabile sul territorio (diocesi, congregazioni religiose, associazioni ecc.) e sollecita il coinvolgimento delle autorità locali, per il sostegno finanziario dell’opera nel tempo.
Sempre secondo lo spirito di Marcello Candia, la Fondazione, ove necessario, può fiancheggiare le realizzazioni con contributi mensili fin che ne ravvede la necessità: non vuole, infatti dare assistenza continuativa creando dipendenze, ma promuovere l’iniziativa locale.
Gli ambiti in cui la Fondazione si lascia coinvolgere sono quelli dell’educazione dei ragazzi, della salute dei malati poveri (fra questi gli hanseniani), degli handicappati e dei bambini abbandonati.
L’elenco delle opere, descritte in questa sezione, è solamente quello delle realizzazioni maggiori a partire dalla morte di Marcello Candia (1983). Non sono state incluse in quest’elenco tutte quelle decine e decine di elargizioni minori decise dal Consiglio della Fondazione, le cui descrizioni potrebbero essere troppo tediose e ripetitive; esse rappresentano finanziamenti per l’acquisto di medicinali, alimentazione, vestiti; per la costruzione di casette per famiglie povere, per l’acquisto di carrozzine per handicappati; per la manutenzione e la conduzione di opere non ancora autosufficienti; per il pagamento straordinario di funzionari nelle strutture realizzate, non ancora a carico dell’amministrazione locale; per l’acquisto e la manutenzione di automezzi per il trasporto degli assistiti, per investimenti finalizzati al miglioramento delle attività caritative, educative e sanitarie, per l’allestimento di corsi professionali, per l’acquisto di materiale scolastico e ricreativo e così via
In coscienza pensiamo di aver sempre rispettato lo stile di Marcello Candia, da lui stesso raccomandatoci all’atto della costituzione della Fondazione, che ci sembra di poter esprimere così: “Spendete con attenzione, con oculatezza, sempre con cristiana discrezione; spendete tutto quanto ricevete senza nulla capitalizzare, assicuratevi della continuità delle opere lasciandole in proprietà ad entità missionarie che credono nel progetto; costruite bene pensando al futuro, rendete conto ai benefattori di quanto realizzato, e tutti voi, membri del Consiglio della Fondazione, siate sempre volontari e non utilizzate neanche un centesimo che non sia strettamente a vantaggio dei poveri”.
Ci sembra di aver sempre operato così e quindi il nostro merito è stato unicamente quello di aver cercato di seguire al massimo le sue indicazioni.
Speriamo di poter continuare ancora per molti anni questa meravigliosa impresa, che, tra tanti egoismi del mondo, dimostra con forza che uomini di pace come Marcello Candia esistono, che la solidarietà da essi stimolata può essere grande e che tutto ciò potrebbe contribuire alla crescita della Giustizia, per cancellare un giorno la profonda divisione tra il nord e il sud del mondo.

§ Elenco delle Opere §

In evidenza

14 gennaio 2013

La Filarmonica della Scala ricorda Marcello CandiaAl Teatro alla Scala di Milano lunedì 14 gennaio 2013 la Filarmonica della Scala diretta dal Maestro Nicola Luisotti ha commemorato il 30° anniversario della morte di Marcello Candia con un concerto riservato agli Amici della Fondazione.

20 dicembre 2012

Un libro su Marcello Candia e la sua FondazioneÈ disponibile per i tipi di EDUCatt dell'Università Cattolica il volume fotografico "Marcello Candia l'imprenditore della carità" (100 pp., 8,00 euro, isbn 9788883119729), una raccolta di immagini delle opere realizzate dalle fondazione e di testimonianze estratte dalla "positio super virtutibus". Con una premessa del card. A. Scola e una testimonianza del card. C.M. Martini. Il volume può essere ordinato in libreria o acquistato direttamente online.

Come aiutarci

5 per mille: Ricordarsi della Fondazione Candia non costa nullaLa Fondazione Candia può essere destinataria del 5 per mille IRPEF indicando il CF 97018780151.

Donazioni e lasciti testamentariIn qualsiasi momento è possibile aiutare concretamente la Fondazione per il sostegno alle popolazioni disagiate.