Disponibile online il nuovo numero della Lettera agli amici di Marcello Candia

Stampata e recapitata a tutti coloro che ne facciano richiesta, la rivista della Fondazione è da sempre lo strumento che illustra le attività e i lavori in corso, che non si sono fermati neppure durante l’emergenza causata dal Covid-19
La rivista è disponibile nell’area dedicata di questo sito, insieme a tutti i numeri arretrati.

L’asilo di Arame, nel Maranhão

 

In questo numero

Il compleanno di un simbolo

di Massimo Tedeschi

Il novantesimo anniversario dell’inaugurazione del Cristo redentore sul Corcovado ci riporta al gesto di uno scienziato che dall’Italia accende una luce in Brasile: una bellissima metafora del compito che la Fondazione Candia – che nel 2022 compirà 40 anni di vita – si è visto assegnare dal suo fondatore e cerca, da sempre, di assolvere: costruire un ponte di amicizia e sostegno dall’Italia al Brasile. Gli aiuti che i donatori inviano alla Fondazione, con la certezza che andranno tutti e solamente in aiuti ai più bisognosi del Brasile, hanno tenuto accese tantissime fiammelle di speranza anche nei tempi bui della pandemia.

Un viaggio che sa di speranza

di Alessandra Capè

Si riparte per il Brasile! Nel prossimo mese di gennaio i nostri consiglieri Marina Lazzati e don Mario Antonelli ritorneranno in Brasile, riprendendo dopo più di due anni la consuetudine ormai radicata nell’attività della Fondazione, di compiere, due volte l’anno, un “giro” tra gli amici brasiliani vecchi e nuovi. Durante questi due anni, con nostra grande gioia, i nostri benefattori non si sono dimenticati della Fondazione e le offerte spontanee sono sempre arrivate.

Povertà e istruzione le sfide post-Covid

di Gustavo Bonassi

La Fondazione, e con essa la Lettera agli amici di Marcello Candia, è impegnata a comprendere i mutamenti profondi che la pandemia ha comportato in Brasile, le sfide che essa continua a porre, il nuovo approccio che suggerisce ai bisogni di popolazioni poverissime come quelle del Nord Est del Brasile. Nell’ambito di questa riflessione la Lettera ha chiesto a padre Gustavo Bonassi, storico amico della Fondazione, presidente della Rete Calabria, di condividere le sue analisi su questo punto.

Macapà, la pandemia vista dagli adolescenti

Come hanno vissuto gli adolescenti del Brasile l’esperienza della pandemia? Come hanno trascorso le loro giornate senza poter andare a scuola? Come sono cambiati i loro sogni e i loro progetti durante questa esperienza? Abbiamo chiesto alle suore del Carmelo di Macapà di aiutarci a capirlo e loro ci hanno fatto pervenire gli scritti di quattro adolescenti che frequentano le loro attività pastorali. Li riproponiamo così come ci sono pervenuti, tanta è la loro forza e immediatezza.

Acupe, così la biblioteca aiuta la resilienza

di Ernestina Cornacchia

Ad Acupe, una cittadina sulla costa Atlantica brasiliana a 100 Km da Salvador Bahia, la Fondazione ha finanziato nel 1992 la realizzazione della “Scuola Materna Anna Sironi” – così intitolata in ricordo di una laica volontaria italiana che qui si prodigò con grande spirito missionario – che tuttora accoglie 220 bambini dai 3 ai 6 anni, figli di famiglie povere. La struttura evita che i bambini rimangano pericolosamente nelle strade e fà si che ricevano l’alimentazione e l’istruzione necessaria. Le spese della scuola sono a carico degli enti governativi brasiliani, che si occupano del pagamento dei salari, degli stipendi, e delle spees alimentari. All’asilo si affianca una biblioteca ben fornita, utilizzata soprattutto dai bambini di origine africana, che vengono educati a essere orgogliosi della loro origine. Nel corso della pandemia la Fondazione ha aiutato questa biblioteca perché i bambini potessero sentirsi ancora parte importante della società di Acupe. La continuità dell’opera è garantita dalla Fundação Dom Avelar che gestisce la scuola attraverso la volontaria italiana Ernestina Cornacchia, che qui ci racconta la sua attività.

Benevides, a scuola ora è tutta un’altra musica

di Irma Cintia Muniz

Nei primi mesi del 2021, grazie alla generosa donazione di un nostro benefattore, abbiamo effettuato l’ultimo invio di denaro a favore della scuola Santa Maria Bertilla di Benevides, nello stato del Parà, per completarne la ristrutturazione. Abbiamo visitato la scuola anche nel corso del nostro ultimo viaggio in Brasile, nel novembre 2019, e abbiamo visto quindi lo stato di avanzamento dei lavori e come fosse comunque possibile svolgere le attività anche in presenza di una zona di cantiere. Le suore Dorotee, che gestiscono la scuola, ci hanno ringraziato con questa lettera, che pubblichiamo volentieri per ringraziare a nostra volta i benefattori della Fondazione.

Un sacerdote e i colloqui con Torelli e con Candia

di Don Samuele Pinna

A trent’anni dall’inizio della causa di canonizzazione del dottor Marcello Candia (12 gennaio 1991), don Samuele Pinna racconta la sua gioia di essere stato in quel periodo sacerdote referente della Parrocchia degli Angeli Custodi, dove sono conservate le spoglie del Venerabile.